Il Gruppo Contatti Chi Siamo Come Associarsi Sezione Soci
BABY
Training
Rubriche
Bravi tutti
di A. Gelli
Interviste
di G. Franceschi
Home > Cronache e foto della XXXIII Marcia delle ville

San Rossore - 46° marcia del Trofeo delle 3 Province

Foto

Galleria fotografica di Mario Pardella
Galleria fotografica di Aldo Passetti
Foto ragazzi di Aldo Passetti

 
30° Ospedalieri
di Giovanni Franceschi

Penso veramente di averli spaventati a morte a Torretta.
L'eco della prestazione di Martedì ha contagiato molte Tapatios Girls, che hanno esondato la mia personalissima casella di posta elettronica, creandomi non pochi imbarazzi nel rispondere. Tra l'altro Giovedì ho ripreso a lavorare, rigorosamente in proprio, per cui in caso di incavolature, saprò con chi prendermela.
Tornando all'inizio, quando accennavo agli spaventi di Torretta, ho saputo che il MegaPresidente ha preferito fare una lezione a Padova; il Barni è andato a correre da altre parti, così pure la Maura (ma loro sono con Porcari); il Ceck ha telefonato alle 8,30 dicendo che la corsa iniziava alle 9 e i cancelli li avrebbero aperti dopo le 8, procurandosi una puerile giustificazione per non incontrarmi. Ugo si è defilato. Dino accusava un dolorino al piede, La Cinzia era in tutt'altre faccende affaccendata. Il Cecchini è stato subissato di richieste per le sue tabelle. Ci mancava il Ciardelli Padre che, appena partiti, ha cominciato a lamentarsi per un problema al nervo sciatico. Fortuna sfacciata che organizzavano gli Ospedalieri e Santa Chiara è ad un tiro di schioppo.
Cosa avreste fatto al mio posto? Ho detto a Riccardo che respiravo con difficoltà, che le gambe non giravano, che avrei fatto la 7 km. perchè meno non sarebbe stato possibile. Ho telefonato al D.T. Matteucci, pregandolo di riassegnarmi il servizio scopa del gruppo. Il tutto in virtù di un quieto vivere all'interno del nuovo club, evitando turbative e malumori latenti.
A riguardo siamo stati rampognati (sic) da “Quelli della Domenica” di Borgo San Lorenzo, settore ciclismo, che parlano di primogenitura del marchio. Seguirete gli sviluppi sul nostro Sito e su XCORRE.
Abbiamo speso un sacco di euro per tutte le documentazioni di rito (funebre perchè ci siamo depilati), per cui il prossimo nome del gruppo sarà “porcomondoladrovogliamosolocorrerenoncirompetepiùlunicotesticolorimasto.it oppure com. A Piacere.

 
30° Trofeo Ospedalieri 6° Maratona del Trapianto
di Aldo Passetti

Trentesimo anno per il trofeo ospedalieri e sesto per quanto riguarda la Maratona del Trapianto anche per questa edizione di scena nel verde della tenuta di S. Rossore dove per l'occasione si sono accumunati a questa manifestazione altre discipline sportive che hanno offerto saggi all'interno delle strutture dell'ippodromo, ippodromo anche questa volta gremitissimo di persone e intere famiglie che hanno voluto essere presenti a questo incontro con Onlus per Donare la Vita un progetto ben interpretato dalla podistica Ospedalieri stupendi nel supporto al progetto di colui che ha voluto fortemente questo impegno nei confronti della ricerca e dei trapianti un podista ma anche un uomo di scienza come il Prof. Ugo Boggi. Ed entrando nei particolari della marcia posso dire che è sempre un momento inportante lo stare a a contatto con la natura che questo parco ci offre, la macchia mediterranea che si estende a perdita d'occhio fino al mare a farci da cornice per l'intero percorso, che ho affrontato per una buona parte in compagnia di amici che alternano la corsa all'allegria sono così i podisti del gruppo Ulivetese nonostante le assenze di Andrea e Cristina per motivi elettorali, Alvaro e il resto della truppa ulivetese con il Pardella sempre pronto allo scatto fotografico anche oggi erano in formissima e così fra uno sfottò e altro i km sono volati segnati da diverse foto del sempre presente Mario una bella ed allegra esperienza che vale la pena di fare. All'arrivo il pacco gara e poi per chi aveva appetito il megaristoro veramente imbandito ed anche qui la grande attenzione alle regole igieniche richieste segno evidente che questa regola è stata recepita dalla maggior parte dei gruppi podistici, in tutto questo scenario hanno avuto il loro spazio anche i bambini che con la loro corsa di pochi metri hanno voluto dare il loro contributo a questa manifestazione e per questo sono stati premiati con una medaglia creata per l'occasione. Quando si associa un evento sportivo ad un'altro dal fine nobile come quello della ricerca e dei trapianti non c'è che da fare un plauso ed i complimenti a coloro che hanno messo in piedi tutto questo e cioè la podistica Ospedalieri che vede in Gabriele Tiralongo la moglie Isabella e l'infaticabile Giuseppe Venditti gli autori ed i registi di questo evento senza naturalmente dimenticare tutti coloro che fanno parte di questo gruppo ai quali faccio gli auguri di tante altre così belle per gli anni a venire (e se penso che abbiamo rischiato di perdere). Ma da adesso si inizia a pensare a ciò che ci aspetta domenica e ci sarà divertirsi. Buona settimana a tutti