Il Gruppo Contatti Chi Siamo Come Associarsi Sezione Soci
BABY
Training
Rubriche
Bravi tutti
di A. Gelli
Interviste
di G. Franceschi
Home > Cronache e foto della corsa di Capannoli.

10 Gennaio 2010 - Trofeo 3 Province, Capannoli

Foto

Galleria fotografica di Aldo Passetti
Galleria fotografica di Mario Pardella

LA SBARROCCIATA - A Maura da Prato
di Giovanni Franceschi

Il pezzo su la marcia dell'Epifania, si è concluso ricordando che la corsa domenicale doveva essere uno scarico mentale, una rigenerazione, una flebo corroborante per sopperire ai danni che ci vengono catapultati addosso dalla vita quotidiana. La giornata odierna ci ha rinfacciato che qualche accidente viene tenuto in serbo anche per le festività, tanto per farci capire che non esiste una zona franca o una giornata che possa trasmetterci illusioni. Anche di Domenica dobbiamo aspettarci un salutino dalla malasorte. Mefisto è sempre in agguato. Siamo partiti in quattro, con Franca e i Matteucci padre e figlio, il Presidentone Cims Claudio, ci ha preceduto per tastare il polso ai podisti, come se non gli fossero bastati i fischi di una parte dell'assemblea, per i raduni collegiali.
Ero vestito da passeggio, tutto elegantino (pare che da Domenica prossima avrò il bypass per tornare a correre, e a riguardo SCANSATEVI). Al raduno non pioveva e non c'era molta ressa. Ci siamo meravigliati per i cartelli affissi che avvertivano la riduzione del percorso e di tratti melmosi. Nel frattempo il nostro socio Michele Jeri, si è avvicinato con fare minaccioso, dandomi 50€ e reclamando un resto di 10. Questo importo serve alla Fidal per sdoganare atleti (sic) da una società all'altra e il Jeri (per fortuna che Zoe non era stata cartellinata nel 2009) è passato dalla Galla a Quelli ecc.ecc.. Da livornese DOC, il nostro doveva sapere in partenza, che mai avrebbe ricevuto restituzione alcuna, da un pisano. Il solerte avvocato dovrebbe conoscere, avendo lo studio legale nella nostra città, che :" I pisani sono poveri, si, ma onesti..mai". Dove non fosse soddisfatto della risposta, può rivolgersi al Ceck, che lo indirizzerà ad un viaggio più consono per lui.
Ritornando alla giornata primaverile odierna, nel momento in cui, tu organizzatore, riduci il kilometraggio, devi cambiare anche la denominazione della corsa, chiamandola: "La smotata di Capannoli". Sarei partito da casa, con gli scarponi chiodati, come uso fare quando vado a mazzacchera. Arrivato al domicilio di mia moglie, come un Ecce Homo, mi sono preso dei Vaffa, un ceffone sulla guancia sinistra e un calcio nel fondo schiena da Adriana, tutta imbestialita. Per fortuna non è salita in macchina.
Il terzo problema è venuto fuori quando mi sono apprestato alla premiazione dei gruppi, reclamando il nostro. Risposta: Già consegnato! Chiedo agli altri ottenendo risposta negativa. Telefono al Ciardelli, idem, era già a casa sotto la doccia. La mia collera derivava dal fatto che i nostri soci, sapendo che lo scorso anno i premi li portavo sempre a mia moglie, possano pensare che ho ripreso le cattive (per loro) abitudini.
Visto che la mattinata non ha avuto alcuna cosa che poteva portare al sorriso, concludo modificando il finale degli ultimi articoli: "E purtroppo che il Ceck c'è!"