Il Gruppo Contatti Chi Siamo Come Associarsi Sezione Soci
BABY
Training
Rubriche
Bravi tutti
di A. Gelli
Interviste
di G. Franceschi
Home > Cronache e foto della corsa del Cep.

17 Gennaio 2010 - Trofeo 3 Province, Cep (PI)

Foto

Galleria fotografica di Mario Pardella

CORRI IL PAESE DEI CAVALLI - A Elisabetta
di Giovanni Franceschi

Sono costretto a partecipare al coro degli osanna per il compleanno del Ceck, che potranno essere ascoltati e visti, sul sito dell'informatico. Di questi tempi è usanza farsi la pubblicità da soli. Personalmente non ho alcuna voglia di fargli tanti salamelecchi, anche in virtù dei commenti dei presenti che ritengono l'aspetto dell'uomo molto più vecchio dei quaranta anni, che registra l'anagrafe. Ho preferito fare gli auguri a Elisabetta ed a lei dedicare la giornata odierna.
Ricca di avvenimenti la marcia del Cep, che altro non è che la terra dei purosangue, che svernano nel meraviglioso parco pisano. Proprio da qui, e in omaggio al luogo, nasce la seconda sfida tra un purosangue del volley (Marco Bracci) e un purosangue del podismo (il vostro umile servitore). L'epilogo della tenzone sarà a S.Miniato, nella terra del tartufo, in occasione della marcia del 14 Febbraio.
La nota positiva odierna è stata l'accettazione del mio fisico ai nuovi plantari lucchesi che hanno consentito di correre quasi interamente la 13 km. Non posso ancora cantare vittoria, ma un bel passo avanti è stato fatto, per cui posso serenamente iniziare la preparazione personalizzata, che Marco Cecchini aveva stilato, su mia richiesta, per la mezza maratona di Pisa. Due allenamenti giornalieri, che potrebbero arrivare a tre in caso di oroscopo favorevole, ma senza forzare troppo sulla muscolatura. Alle sei del mattino prima seduta, tassativamente a digiuno per bruciare i 21 kg. di grasso eccedente. Alle 22 seconda seduta ad un ritmo non al di sotto dei 3' per km., per non affaticare l'organismo e dopo una cena a base di trippa (ma senza primo), annaffiata da boccali di Chianti classico dei vitigni di Tavarnelle Val di Pesa.Abbiamo inserito per 1 - 2 volte la settimana, delle ripetute Calci / Monte Serra (almeno tre volte) e Rigoli / Quattroventi per variare il percorso. L'abbigliamento sarebbe auspicabile invernale, visto il clima del momento, se quelli della Domenica potessero fornirlo, ma l'unica cosa che il gruppo può fornire sono i debiti contratti con i soci. Ed allora, prendendo lo spunto dai film Americani, mi sono procurato del grasso di cotenna di porco, che allontana persino la zanzara tigre, e mi cospargo la pelle del corpo senza parsimonia, eliminando così i rigori invernali e anche le punizioni a due, in area.
Dalla prossima Domenica riprenderò a frequentare le lunghe, obbligatorie per Q.D.D. Atl. Monti Pisani, altrimenti si corre il rischio dell'espulsione per manifesta pochezza. Per la preparazione, rischiavo di dimenticare l'approvvigionamento alcolico sistematico, a base di grappe venete, invecchiate oltre i sette anni. Prosit.