Il Gruppo Contatti Chi Siamo Come Associarsi Sezione Soci
BABY
Training
Rubriche
Bravi tutti
di A. Gelli
Interviste
di G. Franceschi
Home > Cronaca di Ponte a Moriano

5 Settembre 2010 - XXXVIII Sgambata del Ponte

Foto

Galleria fotografica di Vinicio Dali

 

Croce Verde di Ponte a Moriano

di Giovanni Franceschi

Siamo ripartiti! Questa era la voce ricorrente a Orentano e stamani a Ponte a Moriano. Niente di più sbagliato, non mi sembrava avessimo dormito nelle domeniche monche dalle Tre Province: S.Michele di Moriano, Fabbriche di Vallico, Matraia, Monte Serra, Lucignana e S.Rocco a Turrite sono stati itinerari oltreché spettacolari, anche notevolmente impegnativi e non è giusto che personaggi armati di contachilometri demenziali, come attestano alcuni video servizi, denuncino percorsi decisamente inferiori a quelli reali, come garantito dai solerti organizzatori. Nel momento in cui dirigenti di Q.D.D. Atl. Monti Pisani, seppure tapascioni acclarati e oberati da abbondanti grassi che farebbero la fortuna di Colonnata, si sono avvicinati alle corse lunghe, si è scatenata la guerra sui kilometraggi fasulli, come se le maxi fossero riservate ai velocisti e altri non potessero averne accesso. Vorranno davvero le nostre dimissioni come annunciato domenica scorsa? Saremo costretti a fare le corse sui pattini, visto che siamo campioni di equilibrismo? Si è aperta ufficialmente la campagna acquisti/cessioni relativa al podismo. Nel 2009 abbiamo razziato la provincia di Prato con un folle esborso di denaro, dovuto alla concorrenza di Florentino Perez, che voleva entrare anche nel nostro settore, ma Maura e Enrico scelsero di correre lungo le rive dell'Arno, portando al gruppo onori, come dimostrato dalle foto sul sito, nostro concorrente, ma anche oneri in quanto, ahimè, le casse del gruppo sono secche come carrube. Una via di fuga l'abbiamo trovata seguendo il calcio, sport leader per le scappatoie, con la clausola del prestito oneroso. Per cui delego il Barni al ruolo di procuratore perché sono stanco di lavorare "A gratis". Le trattative sono numerose (tre maschietti e una femminuccia) molto veloci e competitivi; le prossime gare su pista ci vedranno agli onori delle classifiche, ricoprendo un ruolo che onestamente ci compete da sempre. Sarà comunque dura questa campagna per la discesa in campo di Mu'ammar Gheddafi, che è potente azionista della Juventus e la costringe a far giuocare il fortissimo figlio con i risultati che abbiamo visto, e migliore azionista di Unicredit, emarginando il nostro uomo, che doveva aprirci i forzieri della più grossa banca italiana. Ritornando a lui (Marco), non potendo evidenziare la propria grandezza con la sua datrice di lavoro, vuole dimostrare la propria forza virile a mò di novello Adamo a cui fu estratta una costola e da li arrivò Eva, si farà asportare una volgarissima vena varicosa, da cui far nascere molte fanciulle per saziare la sua infinita voglia di femmine. Splendida Cinzia aiutaci tu.