Il Gruppo Contatti Chi Siamo Come Associarsi Sezione Soci
BABY
Training
Rubriche
Bravi tutti
di A. Gelli
Interviste
di G. Franceschi
Home > Cronache e foto della corsa di Cascina.

27 Febbraio 2011 - Cascina
XXXV dall'Arno alla Verru'a

Foto
ANCORA E SEMPRE : ILARIA!!!
di Giovanni Franceschi

In questa occasione Riccardo ha chiesto al consiglio del gruppo il nullaosta per scortare Ilaria nella maratona che parte da Salsomaggiore e che si conclude a Busseto. Non voleva rogne come a Reggio Emilia. La raccomandazione era che avrebbe dovuto procurarsi un mezzo idoneo che sopportasse un fisico appesantito, perché le bici che vengono fornite dagli organizzatori sono piuttosto deboli e hanno il difetto che bisogna pedalare. Fortunatamente le amicizie che abbiamo in Piaggio sono servite per la fornitura di un motociclo non inquinante e con quello il nostro presidente ha potuto assistere all'ennesimo trionfo della immensa Ilaria Bianchi. In una giornata da lupi con freddo e acqua intensi la 14° Ecomaratona delle Terre Verdiane ha preso il via avendo quattro traguardi ai 10km, mezza maratona, 30km e maratona. Ilaria dopo la vittoria delle settimane precedenti a Prato e il secondo a Scandicci preceduta da una keniana, partiva con l'obiettivo di limare il tempo di 2h,40 che rappresentava la migliore prestazione del 2010, ma come non bastasse, anche il vento, il freddo e la pioggia ghiacciata hanno remato in senso contrario e alla fine si è dovuta accontentare (si fa per dire) di vincere in 2h,45,33. A coronamento di una splendida giornata per lo sport pisano, il partner podistico di Ilaria Bianchi, Andrea Nelli si è classificato al 5° posto assoluto.

IL RITORNO DI UGO

Sdoganato dal volley e nell'attesa della final four provinciale di domenica prossima, che vede impegnato il Cus Pisa dove milita la sedicenne figlia del vice/presidente del nostro club, Ugo ha fatto un rientro tragicomico nel podismo. Si è trovato a fare la 6 km. in mia compagnia, e a passo neanche svelto, per l'ennesimo colpo della strega che mi aveva colpito il giorno prima e che non mi consentiva altro, se non camminare. Il presidente Ciardelli era a Salsomaggiore, sperando che la possibile vittoria di Ilaria, facesse da spugna per i numerosi acciacchi che lo affliggono, i velocisti sono partiti e non li abbiamo più visti, il gentil sesso era partito con Gennaro senza curarsi di noi, i mitici Maura e Enrico (che Dio li abbia in gloria) erano rintanati sotto le tribune dello stadio, per le iscrizioni al servizio nostro e partivano sempre da ultimi, arrivando loro, sempre per primi ai raduni. Per cui il buon Ugo, fondatore del club, smoccolando come un turco contro l'anarchia dei podisti, si è dovuto adattare alla camminata, avendo sperato alla vigilia, di avere la compagnia di Marco Bracci, con cui dibattere di pallavolo. Mi stavo dimenticando dell'altro Marco, il Cecchella, che è partito da casa e poi ha fatto la maxi, percorrendo anche oggi 32 km., cercando, forse di dimenticare gli investimenti Unicredit in Libia e infine il presidente Cims che aveva il Piccini come unico compagno. Al nostro arrivo abbiamo avuto la sventura di cercare di bere del tè. Impresa improba, per l'occupazione degli spazi da parte dei consumatori di riso caldo.

Il difficile arriverà tra 15 giorni, quando verrà eletto il consiglio del gruppo e Ugo si vuole di mettere.