Il Gruppo Contatti Chi Siamo Come Associarsi Sezione Soci
BABY
Training
Rubriche
Bravi tutti
di A. Gelli
Interviste
di G. Franceschi
Home > Cronache e foto.

17 Luglio 2011, Levigliani
XX TROFEO MONTE CORCHIA

 
Quel dolce volto
di Giovanni Franceschi

La finanziaria è decollata in tutta fretta e visto che parliamo del Presidente Napolitano, con cortese sollecitudine, firmata da Lui medesimo e poi pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale proprio per non tornarci più sopra. Tutti d'accordo per promuoverla, altrimenti potevamo correre il rischio di seguire la Grecia in un fallimento, che avrebbe coinvolto tutto il popolo italiano, le nostre maggiori banche e di conseguenza la borsa milanese. Ma un paese con oltre 8 milioni di poveri avrebbe dovuto pensare a tagliare le tassazioni per rilanciare l'economia e il commercio, mentre al sud è indigente una famiglia numerosa su due. La povertà aggredisce anche coloro che hanno studiato e che hanno acquisito una laurea; mia figlia Federica si è laureata in giurisprudenza con 110 e lode, ha avuto 250 euro dopo sei mesi di lavoro, spesso portandosi a casa le pratiche e alla fine ha preferito affiancarmi nel lavoro di vendita di materiali ottici, ottenendo dal genitore ben di più di quanto percepiva dove prestava la precedente collaborazione. Studiare è sempre meglio, ma troppo spesso deprime i nostri giovani, che sono bamboccioni soltanto per pura necessità. Da questa finanziaria emerge vistosa come una grossa vescica putrida o, molto peggio, come una cancrena, che chi ha congegnato, chi ha contribuito e coloro che l' hanno firmata, non ha minimamente pensato a rivedere stipendi, pensioni, gadget e abbondanze varie a senatori e onorevoli che affollano le rispettive aule romane. Ancora e sempre VERGOGNA.

La marcia odierna, alla conclusione del trofeo delle Tre Province, ci portava a Levigliani. Una marcia per camminatori o per bravi podisti andando,su per le Voltoline raggiungendo la vetta del Corchia e la cima Coppi a 1.300 mt., dopo oltre due ore di ascesa. All'inizio delle Voltoline abbiamo avuto la prima delle tante delusioni del mattino, perché il cielo cupo, ricco di nuvole e un po' di pioggerellina, hanno coperto il dolce profilo di fanciulla, ritagliato sulla montagna, che la natura magnanima offre ai turisti nelle giornate di sole. L'umidità rendeva il terreno molto pericoloso per gli strapiombi che ci accompagnavano e il buio nel bosco aumentava la difficoltà di visione, mentre il freddo faceva rimpiangere la mancanza di guanti. La corsa merita un'affluenza maggiore, lo spettacolo dei luoghi lo merita e lo meritano i numerosi giovani che hanno organizzato una marcia bellissima, ma molto impegnativa. Le Tre Province si prendono un riposo meritato, lasciando il posto agli itinerari incontaminati della Garfagnana, che noi avremo il piacere di continuare a raccontare.

Un Post Scriptum necessario per ribadire quanto detto all'inizio. Il debito pubblico dell'Italia è attualmente di 1.897 miliardi di euro e sarà in continuo aumento fino al 2014. Rapportato alla vecchia lira sarebbe un debito di 3 milioni e 800.000 mila miliardi dell'antico conio. Nessun commento ulteriore.