Il Gruppo Contatti Chi Siamo Come Associarsi Sezione Soci
BABY
Training
Rubriche
Bravi tutti
di A. Gelli
Interviste
di G. Franceschi
Home > Cronache e foto.

12 Giugno 2011, La Serra - XVI Pesticciata bianco gialla<

Foto
 
LONDRA E DINTORNI
di Giovanni Franceschi

Percorrendo le infinite autostrade di internet si raccolgono innumerevoli argomenti su cui porre l'attenzione. Non abbiamo certamente la presunzione di proporci come alternativa alle fonti di informazione, cerchiamo invece di mettere gli evidenziatori su notizie che riguardano l'Italia, spesso scivolando oltre i Patrii confini.

Coloro che seguono i nostri scritti si ricorderanno quanto da noi denunciato in anteprima mondiale sulla sfilata televisiva dei topi davanti al n.10 di Downing Street. Questo indirizzo non rappresenta una normale civile abitazione londinese, dove la passerella dei topastri poteva rientrare nella normalità, ma a quel numero vive e lavora il Primo Ministro. Subito dopo l'articolo del 30 Gennaio u.s., fummo contattati dall'Ambasciatore che, dopo averci ringraziato per la notizia, ci chiese come poteva trovare rimedio alle inopportune passeggiate dei ratti in questione. Gli ricordai che in Italia esistono gatti da divano, ma anche gatti feroci attrezzati al combattimento. In un successivo contatto fummo informati da David Cameron, dell'acquisto di Larry. Ieri ci hanno fornito le foto del felino ( che spero il Ciardelli possa pubblicare), che entra altezzoso al n.10 divenuta alfine, la sua vera abitazione.

La notizia di prima è stata evidenziata in verde, questa sempre da Londra, si merita il colore rosso, e sempre per motivi che riguardano la conduzione delle cose italiane. Uno staff di ricercatori dell'Economist, condotti da John Prideaux, con laurea a Cambridge, hanno trascorso un mese a casa nostra in occasione del 150esimo anniversario dell'unità d'Italia, classificando il Premier italiano come " L'uomo che ha fottuto un intero paese e che la sua era è stata un disastro". E' risultato che in base al reddito pro/capite, l'economia italiana è più piccola nel 2010 che nel 2000 e che soltanto due nazioni al mondo hanno fatto peggio di noi nello stesso periodo : Haiti e Zimbawue. Nessun commento ulteriore, ma un ulteriore REQUIESCAT IN PA

Evidenziatore verde; abbiamo superato la Francia senza il supporto del pallone! Con la vendemmia 2010 l'Italia diventa il primo produttore al mondo di vino; è quanto afferma la Coldiretti sulla base dei dati della commissione Ue che assegna ai nostri vitigni una produzione di 49,6 milioni di ettolitri, mentre la Francia ne ha prodotti 46,2 ( sempre milioni di ettolitri). Oltre il 60% della produzione è di qualità, nata da 504 vini selezionati. Franciacorta, Brunello, Amarone, Verdicchio, Frascati, Muller Turgau, Picolit, Chianti, Barolo, Lambrusco e altri, hanno contribuito a un fatturato di 7,82 miliardi di euro. Finalmente oltre le bellezze del paese possiamo vantare meriti conquistati con lavoro e capacità. Prosit.

Altro evidenziatore verde per il nuovo percorso che il gruppo podistico Il Ponte ci ha offerto con la partenza dalla Serra. Bellissimo è dire poco con dei percorsi ricavati dalle colline circostanti e che nella media costeggiavano le rive di un laghetto, con pesca sportivi all'opera in una disciplina di cui ho fatto indegnamente parte per molti anni. Quando una marcia viene completamente rinnovata, significa che chi organizza ha volontà di fare bene migliorandosi e non adagiandosi sul fatto che comunque una gara da organizzare ci viene assegnata.

Domenica prossima è il nostro turno. Vedremo di essere all'altezza della situazione.