Il Gruppo Contatti Chi Siamo Come Associarsi Sezione Soci
BABY
Training
Rubriche
Bravi tutti
di A. Gelli
Interviste
di G. Franceschi
Home > Cronache e foto della corsa di Santa Croce.

2 Gennaio 2011 - Santa Croce
XVII Maratonina di carnevale

Foto
 
I petardi di Quelli della Domenica - Atl. Monti Pisani
di Giovanni Franceschi

Gli echi degli ultimi petardi ci ritornano amplificati e il rumore diventato assordante, si sta riversando nel podismo indigeno lasciando una scia che ci riporta verso la zecca, da dove è partita. Banconote nuove e fruscianti, denaro trasudante tempo e fatica per la intensa campagna acquisti gestita quasi interamente da Enrico, procuratore del gruppo, e che lo ha impegnato dall'inizio dell'estate. Maura che gestisce il denaro delle iscrizioni domenicali, con la fida cassaforte mignon, per l'occasione ha acquistato un facs-simile della cassaforte che Uno A Erre ha incorporato nel caveau aretino.
Il pulmino Peugeot extra lusso (acquistato con le prime provvigioni), liberato da cavi elettrici, nastri isolanti, cacciavite, pinze, dadi e molto altro, lucidato e splendente, è stato riempito alcune volte di mazzette di banconote da € 500,00 e scaricato nel Fort Knox di Prato. Una scorta armata, che farebbe impressione al Premier, è stata assoldata per la protezione dell'ingente malloppo dalla libidine cinese che abbonda nella provincia del tessile. Lo Tsunami podistico ha prodotto un'ondata pazzesca e la risacca ci ha tolto le antiche scorie ripulendoci completamente e gli ultimi arrivi testimoniano che la squadra presieduta dal Ciardelli ha operato bene. Una campagna acquisti vistosa, paragonabile a quella effettuata dal governo Italiano per ottenere la fiducia, e che porterà il nostro gruppo a essere competitivo nelle maratone internazionali e con una età media tra le più basse del circuito locale.

Il primo ad approdare al nostro imbarcadero è stato Giuseppe Sica, titolare a Borgo a Buggiano di un laboratorio di falegnameria e di una mostra di mobili a Ponte Buggianese.
Giuseppe è arrivato tra noi per l'amicizia che lo lega a Stefano Milani, proprietario terriero in quel di Montecarlo, già nostro socio. Il secondo è una conseguenza di questi due fattori, infatti galeotta è stata l'estate che ha contribuito al fidanzamento della figlia del Sica con Alessio Dall'Aglio un ragazzo di Schio, tecnico dell'acciaio (speravo dell'oro visto la provenienza). Il terzo è Marco Chericoni, studente universitario in ingegneria, abita a Ghezzano, che ha fatto subito amicizia con i velocisti del gruppo. Il quarto abita a Pisa, il suo lavoro è elettricista (sperando non ci sia concorrenza con Enrico), si chiama Dario Milano, molto conosciuto nell'ambiente del podismo. Dove vogliamo arrivare! Non abbiamo interesse alcuno ad avere un gruppo numeroso, quello che noi desideriamo è che i giovani arrivati si amalghino con gli altri e non solo nelle corse. Tanto nessuno potrà competere con il trio dalle scarpe sporche.